emb_italia
Venezuela en el Mundo


Venezuela fomenta la solidaridad en II Cumbre de los Pueblos del Mercosur PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Miércoles, 20 de Junio de 2018 10:16

12345

Una representación de la República Bolivariana de Venezuela se ha dado cita a la II Cumbre de los Pueblos del Mercosur "Soberanía y Democracia", que se celebra en la República del Paraguay y que reúne a organizaciones sociales de los países miembros del organismo regional. (Versión en Italiano)

Última actualización el Miércoles, 20 de Junio de 2018 10:21
Leer más...
 
Venezuela presenta “Caracas Espacio Rebelde” en la 16 Muestra Internacional de Arquitectura de Venecia PDF Imprimir E-mail
Escrito por Prensa Embaveneit   
Viernes, 15 de Junio de 2018 10:47

125

Venezuela con la exposición "Caracas Espacio Rebelde" abrió sus puertas en la 16 Muestra de Arquitectura de la Bienal de Venecia en el Pabellón patrimonio cultural ubicado en los jardines de Venecia. (Versión en Italiano) Pág. Web de la Muestra

Última actualización el Lunes, 18 de Junio de 2018 13:08
Leer más...
 
Il governo rivoluzionario stabilisce accordi con l'Organizzazione Panamericana della Sanità PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Jueves, 14 de Junio de 2018 10:51

124

Con l'arrivo in Venezuela della dottoressa Carissa Etienne, direttrice generale dell'Organizzazione Panamericana della Salute (OPS), è evidente l'interesse del governo bolivariano a preservare il diritto del proprio popolo alla salute, quale diritto fondamentale.

La direttrice generale della OPS ha un'agenda di lavoro molto fitta che prevede, come attività prioritaria, l'incontro con il ministro del Potere Popolare per la Salute, Luis Lopez, per stipulare accordi per promuovere e rafforzare il Piano Nazionale di Immunizzazione nel paese.

Etienne, ha avuto modo di conoscere in prima persona, i progressi nel settore sanitario del governo del Presidente Nicolás Maduro, che ha smantellato il montaggio mediatico dell'opposizione nazionale e internazionale contro il governo bolivariano.

Il Rappresentante della OPS ha anche appreso che in Venezuela ci sono più di 24.478 centri sanitari attivi per garantire una copertura del 100% grazie alla missione Barrio Adentro, così come l'applicazione di oltre cinque milioni 375 mila 241 dosi gratuite di vaccini.

Nonostante le misure coercitive unilaterali imposte da Washington contro il Venezuela, il governo bolivariano continuerà inaugurando opere all'interno del sistema sanitario, che sarà caratterizzato da moderne attrezzature per rafforzare l'assistenza sanitaria al popolo venezuelano.

Si prevede che nei prossimi giorni, la più alta autorità della OPS, sosterrà un incontro con il Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolás Maduro Moros, al fine di rafforzare ulteriormente i legami di cooperazione tra l'organizzazione regionale e la nazione Bolivariana, oltre a sostenere il rafforzamento del Sistema sanitario nazionale.

Última actualización el Lunes, 18 de Junio de 2018 12:59
 
Gobierno Revolucionario establece acuerdos con la Organización Panamericana de la Salud PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Jueves, 14 de Junio de 2018 10:44

124

Con la llegada a Venezuela de la doctora Carissa Etienne, directora General de la Organización Panamericana de la Salud (OPS), quedó en evidencia el interés del Gobierno Bolivariano de preservar a su pueblo el derecho a la salud, como derecho fundamental. (Versión en Italiano)

Última actualización el Jueves, 14 de Junio de 2018 10:57
Leer más...
 
Il ritiro sovrano del Venezuela dall'OSA è protetto dalla Costituzione PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Martes, 12 de Junio de 2018 10:04

123

Contro la campagna mediatica e politica orchestrata da società nazionali ed internazionali, che intendono disconoscere l'azione intrapresa dal Venezuela per ritirarsi dall'Organizzazione degli Stati Americani (OSA), in modo sovrano, la Costituzione della Repubblica Bolivariana del Venezuela (Costituzione) spiega in modo dettagliato come la nazione deve proteggere la sua politica estera contro gli assedi diplomatici.

L'articolo 236 della Costituzione Venezuelana, spiega quali sono i poteri e le competenze del Presidente della Repubblica, tra cui, nell'articolo 4, "dirigere le relazioni estere della Repubblica, stipulare e ratificare trattati, accordi o accordi internazionali ". Il Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolás Maduro, ha ripetutamente sottolineato che l'OSA è un organismo imperfetto ed è il rappresentante diretto degli interessi dell'imperialismo e della sua politica criminale nella regione. "L'OSA, il ministero delle colonie, non serve, è corrotto, non fa altro che rispondere agli interessi più nefasti del capitalismo selvaggio, e ciò non ha alcuna soluzione", affermava il presidente Maduro durante il Consiglio dei Ministri del 20 Giugno 2017.

Il Presidente, ha fiducia e scommette sul rafforzamento di nuovi spazi diplomatici, come la CELAC, l'Alba TCP, ecc., in cui non primeggiano le lobby politiche pro-imperialista e dove si possono sviluppare accordi internazionali che rompono i classici paradigmi in modo da dare beneficio al popolo in modo diretto e sovrano.

Per quanto riguarda i poteri del Capo dello Stato, nell'ambito della politica estera, il Presidente può o meno ratificare accordi internazionali, un'azione che deve implicitamente apportare un beneficio diretto alla nazione e fermare il più grande attacco politico, sociale ed economico contro il Venezuela, pertanto la decisione sovrana di ritirarsi dal questo organismo è pertinente.

Il ministro degli Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Jorge Arreaza, durante l'ultima partecipazione storica del Venezuela alla 48° Assemblea dell'OSA, ha ricordato che la nazione bolivariana in rispetto e in conformità con il diritto internazionale si è dissociato da tutti quegli organismi che sono viziati e che obbediscono alla politica diretta da Washington.

"Il Venezuela aveva già denunciato il Trattato Interamericano di Assistenza Reciproca (TIAR), nel 2009, quando abbiamo anche deciso di ritirarci dal Sistema Interamericano dei Diritti Umani e dal Sistema Giudiziario Interamericano. Il passo che abbiamo compiuto l'anno scorso è il passo logico di fronte a ciò che noi riteniamo essere il fallimento del sistema interamericano", ha detto il Ministro.

Perché l'attacco al Venezuela? È pubblicamente nota la posizione di alcuni paesi del continente che sostengono la politica internazionale degli Stati Uniti, senza pensare ai popoli che rappresentano, mozioni che sono state celebrate e persino promosse dal Venezuela nella IV Repubblica.

Dopo l'arrivo del Comandante Hugo Chávez alla presidenza della Repubblica Bolivariana del Venezuela, nel 1999, la direzione della politica internazionale ha preso un'altra piega, inviando un chiaro messaggio agli Stati Uniti e ai paesi latino-americani dalla terra di Bolívar, da quel momento non sarebbero state più appoggiate le lobby che sostenevano i grandi capitali e andavano contro il popolo.

Ricordiamo che nel 2002 l'impero americano, dimostrando il suo unico modo di fare politica internazionale, ha organizzato un colpo di stato contro il Presidente legalmente eletto Hugo Chávez, sostenendo che il governo bolivariano era motivo di preoccupazione nella regione, 16 anni dopo, da Washington continuano ad assediare il governo bolivariano perché rappresenta una voce dissonante che va contro i loro interessi.

 
<< Inicio < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Próximo > Fin >>

Página 7 de 242

Otras Noticias