emb_italia
Noticias de Venezuela en el Mundo
Miembros del cuerpo diplomático reconocen logros de Venezuela en materia penitenciaria PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Jueves, 26 de Julio de 2018 12:30

140

Durante el acto de clausura de la I Expo Feria Penitenciara 2018, que se celebró desde el lunes en la Plaza Bicentenario del Palacio de Miraflores, el canciller de la República Bolivariana de Venezuela, Jorge Arreaza, sugirió este miércoles el compromiso del Gobierno venezolano con la ampliación de los derechos de los privados y privadas de libertad en el país. (Versión en Italiano)

Última actualización el Jueves, 26 de Julio de 2018 13:05
Leer más...
 
Venezuela reafirma su apoyo al derecho de autodeterminación del pueblo palestino PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Martes, 24 de Julio de 2018 08:24

139

Este lunes el representante permanente de Venezuela ante la Organización de Naciones Unidas (ONU), Samuel Moncada, reiteró el apoyo irrestricto a la causa palestina en defensa de sus derechos inalienables. (Versión en Italiano)

Leer más...
 
Il Venezuela commemora il 20° anniversario dell'adozione dello Statuto di Roma della Corte penale internazionale dell’Aia PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Lunes, 23 de Julio de 2018 12:43

138

Una delegazione guidata dal Presidente della Corte Suprema (TSJ) della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Maikel Moreno, accompagnato dal Vice Presidente della Camera politico-amministrativo della Corte Suprema del paese, Marco Medina e l'ambasciatrice Haifa Aissami Madah, rappresentante permanente presso l'OPCW, ICC e altre organizzazioni internazionali e tribunali con sede nel Regno dei Paesi Bassi, ha partecipato alla commemorazione del 20° anniversario dell'adozione dello statuto di Roma del Tribunale penale internazionale svoltosi nella città di L'Aia, Paesi Bassi, il 16 e 17 luglio 2018.

Il Presidente della Corte Suprema ha accettato l'invito del presidente della Corte penale internazionale, il giudice Chile Eboe-Osuji e del presidente dell'Assemblea degli Stati membri dello Statuto di Roma, O-Gon Kwon, per la commemorazione di questo atto significativo.

La delegazione venezuelana ha partecipato ad un finto processo, che ha avuto luogo il 16 luglio presso la sede della Corte suprema dei Paesi Bassi, destinato a scopi didattici in materia di crimini di guerra e diritto penale internazionale.

Oltre a partecipare all'udienza solenne il 17 luglio, in cui il relatore invitato era il Presidente della Repubblica Federale della Nigeria, Muhammadu Buhari, i sono susseguite le presentazioni del Presidente della Corte penale internazionale, del Presidente dell'Assemblea degli Stati partiti e del procuratore della Corte penale internazionale, Fatou Bensouda, anche la delegazione venezuelana ha partecipato al Simposio di alto livello sul "valore duraturo dello statuto di Roma per l'umanità".

Come affermato dal capo della delegazione venezuelana, Maikel Moreno, il nostro Paese ha ratificato lo Statuto di Roma il 7 giugno 2000, diventando così il primo paese in America Latina e l'undicesimo in tutto il mondo a firmarlo. Ha poi sottolineato che oggi, come ieri, il Venezuela concorda "... che i crimini più gravi nel loro insieme costituiscono una minaccia per la pace, la sicurezza e il benessere dell'umanità e non dovrebbero rimanere impuniti".

Allo stesso modo, ha sottolineato che la difesa e la protezione dei diritti umani sono l'asse trasversale della nostra legislazione nazionale, perché questo è ciò che la nostra Costituzione consacra. Pertanto, il Venezuela è uno Stato democratico e sociale di diritto e di giustizia e li considera come valori supremi dell'ordinamento giuridico e sostiene la vita, la libertà, la giustizia, l'uguaglianza, la solidarietà, la democrazia, la responsabilità e, in generale, la preminenza dei diritti umani, dell'etica e del pluralismo politico, come previsto nell'articolo 2 della nostra Carta politica.

Si deve sottolineare che la delegazione venezuelana era l'unica della regione dell'America Latina e dei Caraibi presente in questa attività al più alto livello delle sue autorità giudiziarie.

Il Venezuela, nelle parole del capo della delegazione, ha ribadito gli scopi ei principi della Carta delle Nazioni Unite e, in particolare, che gli Stati membri si astengono dalla minaccia o dall'uso della forza contro l'integrità territoriale o l'indipendenza politica di qualsiasi Stato o in qualsiasi altro modo incompatibile con le finalità delle Nazioni Unite, come indicato nel preambolo dello Statuto di Roma. In questo contesto, il Presidente della Corte Suprema ha sottolineato che nessuna delle disposizioni dello Statuto di Roma deve essere intesa nel senso che autorizza uno Stato membro ad intervenire in una situazione di conflitto armato o negli affari interni di un altro Stato.

Ha poi concluso ribadendo l'impegno della Repubblica Bolivariana del Venezuela con i valori e i principi che hanno ispirato lo Statuto di Roma, che rimangono in vigore e intatti dal momento dell'adozione di questo importante strumento. Tuttavia, ha invitato la Corte penale internazionale ad avere una gestione indipendente, trasparente ed efficace, per assicurare che la giustizia internazionale sia rispettata e messa in pratica in modo duraturo.

Tra i partecipanti presenti all'evento: il ministro della Giustizia dell'Afghanistan, Vice Ministro della Giustizia di Albania, il Presidente del Parlamento del Bangladesh, Ministro della Giustizia della Bosnia-Erzegovina, vice presidente dell'Assemblea Nazionale del Burkina Faso, Presidente dell'Assemblea nazionale del Congo, Segretario di Stato per gli affari esteri della Danimarca, Ministro della giustizia del Gabon, il Ministro della giustizia della Georgia, il secondo Segretario del Congresso del Guatemala, il Vice Ministro degli esteri del Giappone, il Presidente dell'Assemblea nazionale del Madagascar, il Ministro della giustizia del Mali, il Ministro degli affari esteri e il Ministro della giustizia della Nigeria, il Ministro degli affari esteri della Palestina, il Ministro della giustizia della Repubblica centrafricana, il Procuratore supremo della Repubblica ceca, il Ministro degli affari esteri della Repubblica Democratica del Congo, il Segretario di Stato della Giustizia della Repubblica Slovacca, il Presidente del Parlamento dell'Uganda, come anche il Segretario Generale per gli affari legali delle Nazioni Unite.

 
<< Inicio < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Próximo > Fin >>

Página 4 de 408

Otras Noticias

TRAMITES

 

056

CNE
DERECHOS HUMANOS PARA EL BUEN VIVIR
plan de derechos humanos
boton
boton embajador
pabellon 1
constitucion