emb_italia
Noticias de Venezuela en el Mundo
Venezuela rechaza categóricamente las declaraciones del Departamento de Estado de EEUU donde juzga resultados de las elecciones presidenciales del próximo 22 de abril de 2018 PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Viernes, 09 de Febrero de 2018 11:19

000 COMUNICADO OFICIAL

El Gobierno de la República Bolivariana de Venezuela manifiesta su repudio al comunicado del Departamento de Estado de los Estados Unidos de América por su reiterada injerencia en los asuntos internos del país, en una clara violación del derecho internacional, particularmente del principio de autodeterminación de los Pueblos. A través de su infame comunicado, el gobierno estadounidense pretende juzgar los resultados de las elecciones presidenciales que tendrán lugar el 22 de abril de 2018. (Versión en Italiano)

Última actualización el Viernes, 16 de Febrero de 2018 11:24
Leer más...
 
Accordo di Convivenza Democratica per il Venezuela PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Viernes, 09 de Febrero de 2018 00:00

Accordo di Convivenza Democratica per il Venezuela
Santo Domingo, Repubblica Dominicana
07 febbraio 2018


Insieme, governo e opposizione concordano sulla necessità di accordare un quadro politico, economico e sociale che generi progressi effettivi nella situazione attuale in Venezuela. Gli obiettivi di questo accordo sono l'affermazione della sovranità nazionale, la stabilità democratica, la governabilità, il pieno rispetto dei diritti umani, le garanzie nei processi elettorali, la cooperazione di fronte alle situazioni socio economiche esistenti, l'affermazione dello stato di diritto costituzionale, il pieno rispetto dei diritti politici e l'impegno per il rispetto democratico, il rifiuto assoluto della violenza come strumento politico e una politica di riconciliazione, come fondamento per la coesistenza democratica nazionale. Lo sviluppo dei punti del presente Accordo sarà soggetto al reciproco adempimento di tutti gli impegni acquisiti.

1. Sovranità e Sanzioni unilaterali contro il Venezuela

Governo e opposizione accettano di lavorare insieme per rivedere ed eliminare le sanzioni unilaterali contro il paese, che bloccano le capacità finanziarie per soddisfare i bisogni primari del popolo venezuelano. Pertanto, viene creata una commissione bilaterale per gli opportuni negoziati nella comunità internazionale. La commissione inizierà a funzionare entro 48 ore.

Il governo e l'opposizione ratificano i diritti legittimi del Venezuela sul territorio della Guyana Essequibo, ed evidenziano la stretta osservanza dell'accordo di Ginevra del 1966 come l'unico strumento giuridico valido per risolvere questa disputa territoriale e raggiungere amichevolmente una soluzione pratica soddisfacente per entrambi parti.

Le parti rifiutano pertanto l'inspiegabile raccomandazione del Segretario Generale delle Nazioni Unite che intende sviare l'attuazione dei mezzi politici successivi stabiliti dall'Accordo di Ginevra, e lasciare la risoluzione di questa controversia ad un'inerzia pericolosa, disconoscendo la virtù legale e pacifica offerta da questo trattato internazionale, in armonia con i postulati di pace delle Nazioni Unite.

Le Parti ratificano il loro fermo sostegno a favore delle azioni intraprese dalla Repubblica in difesa dei diritti sovrani sull'Essequibo.

2. Elezioni

Le elezioni si terranno il ventiduesimo (22) giorno del mese di aprile dell'anno duemila diciotto (2018).

Garanzie del processo elettorale:

  • Si esorta affinché siano selezionati i due rettori nominati il 13 dicembre 2016 dalla Sala Costituzionale del Tribunale Supremo di Giustizia. Questi saranno il risultato del consenso dei firmatari di questo accordo.
  • Governo e opposizione concordano nel proporre al Segretario Generale delle Nazioni Unite la creazione di una delegazione di accompagnamento e osservazione elettorale, nonché una rappresentanza dei paesi accompagnanti firmatari di questo accordo.

  • L'equità nell'accesso ai media pubblici e privati e le reti sociali nazionali e internazionali nello sviluppo della campagna elettorale saranno garantite e favorite.

  •  Nella data delle elezioni, i centri di voto nazionali si reinstalleranno nei loro luoghi originali e se ne dovrà dare massima diffusione pubblica affinché gli elettori ne siano a conoscenza.

  • Tutti gli audit tecnici saranno effettuati rispettando gli standard stabiliti, non inferiori a quelli utilizzati nelle elezioni del 7 ottobre 2012 e del sei (06) dicembre delle duemila e quindici (2015). In particolare, i suddetti audit riguarderanno tutti i componenti del sistema, con protocolli stabiliti e la presenza di osservatori internazionali.

  • Si realizzerà il sorteggio dei membri del consiglio, con l'apposita notifica e con la dovuta supervisione del Potere Elettorale.

  • Il registro elettorale dovrà rimanere aperto per gli aggiornamenti sia all'interno che all'esterno del paese dall'8 febbraio al 15 febbraio.

  • Le parti si impegnano a rafforzare i meccanismi di partecipazione politica dei partiti al sistema democratico.

  • All'interno della Commissione per il monitoraggio e la verifica dell'accordo, sarà istituito un gruppo di alto livello incaricato di affrontare le questioni che si presentano e contribuirà alla corretta conduzione del processo elettorale. Questa commissione sarà integrata da un rappresentante del governo, un rappresentante dell'opposizione e l'ex presidente José Luis Rodríguez Zapatero.

  • Le parti si impegnano a riconoscere i risultati delle elezioni presidenziali del 2018, indipendentemente da quali essi siano.

3. Rafforzamento dello stato di Diritto Costituzionale

Governo e opposizione sono d'accordo sul creare una commissione politica tra l'Assemblea Nazionale e l'Assemblea Nazionale Costituente per la coesistenza istituzionale.

4. La Situazione Economica e Sociale

Fatte salve le competenze e le responsabilità del governo nazionale in merito alle politiche pubbliche in campo economico e sociale, si concorda:
Stabilire immediatamente una commissione per lo studio, l'analisi e la formulazione di proposte costruttive per affrontare la situazione economica in Venezuela.

Questa Commissione sarà aperta ai lavori e alle proposte dei diversi settori sociali e potrà richiedere la collaborazione di esperti.

Come priorità, la commissione proporrà misure per promuovere l'accesso di beni e servizi alla popolazione, attraverso i vari canali esistenti, tra cui la soppressione dei blocchi finanziari, l'ottenimento di linee di finanziamento dinanzi alle varie organizzazioni e entità internazionali o paesi disposti a cooperare, e in generale, qualsiasi altra via che possa contribuire a questo scopo.

La presente commissione sarà costituita nei primi sette (7) giorni consecutivi alla firma del presente accordo.

5. Commissione sulla Verità

La Commissione sulla Verità dovrà svolgere il proprio lavoro nel più breve tempo possibile e presentare una relazione entro 2 mesi. Saranno inclusi tre (03) rappresentanti dell'opposizione e una ONG impegnata nella promozione e nella difesa dei diritti umani, proposta dall'opposizione. La Commissione continuerà a promuovere misure che seguano la direzione delle iniziative adottate il ventitré (23) dicembre dell'anno duemila diciassette (2017). Lo scopo di questa Commissione è la riconciliazione, il risarcimento delle vittime, la pace, la giustizia e una convivenza democratica in Venezuela.

6. Commissione per il monitoraggio e la verifica dell'accordo

La Commissione è istituita per promuovere, monitorare e rispettare gli accordi tra il governo e l'opposizione.

Sarà composta da rappresentanti del governo, rappresentanti dell'opposizione, il governo della Repubblica Dominicana, i ministri degli esteri dei paesi accompagnanti che accompagneranno la firma di questo accordo e l'ex presidente Rodríguez Zapatero. Si incontrerà una volta al mese nel luogo stabilito.

Sarà presieduta e convocata dal governo della Repubblica Dominicana.

Il governo e l'opposizione potranno decidere di convocare la Commissione in occasioni straordinarie attraverso il Presidente della Repubblica Dominicana.

La Commissione di Monitoraggio garantirà il rispetto degli accordi, risolverà i dubbi interpretativi e i conflitti che potrebbero insorgere. Il metodo di decisione sarà il consenso.

Allo stesso modo, la Commissione potrà rivolgersi formalmente ai governi, alle organizzazioni e alle entità internazionali per richiedere collaborazione nello sviluppo di questo accordo, tutto ciò, partendo dal rispetto della sovranità della Repubblica Bolivariana del Venezuela.

Tutti i testi, gli accordi, le relazioni della Commissione saranno depositati presso il governo della Repubblica Dominicana che autenticherà la loro validità.

La Commissione nominerà un coordinatore e un segretariato tecnico a cui sarà fornito il sostegno necessario per l'esecuzione del proprio compito.

La Commissione lavorerà a tempo indeterminato e, in ogni caso, rivedrà l'Accordo e la necessità di mantenerlo, modificarlo e risolverlo dopo le elezioni presidenziali del duemila diciotto (2018).


Fatto e firmato nella città di Santo Domingo, Repubblica Dominicana, il giorno sei (06) del mese di febbraio duemila diciotto (2018).

Firmano,
In rappresentanza del governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela,


____________________________
In rappresentanza dell'opposizione del governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela

Última actualización el Lunes, 12 de Febrero de 2018 14:52
 
Acuerdo de Convivencia Democrática por Venezuela PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Viernes, 09 de Febrero de 2018 00:00

043

(Versión en Italiano)

Última actualización el Lunes, 12 de Febrero de 2018 14:52
Leer más...
 
<< Inicio < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Próximo > Fin >>

Página 8 de 353

Otras Noticias

TRAMITES

056

botón mercosur2
DISCUSO DELCY ONU
DERECHOS HUMANOS PARA EL BUEN VIVIR
plan de derechos humanos
boton
boton embajador
CATALOGO BIENAL DE VENECIA 2016-1
boton venezuela en cifras 2015-1
constitucion