emb_italia
Noticias de Venezuela en el Mundo
Parlamento Europeo esortato a non aderire all’avventura interventista di Almagro in Venezuela PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Viernes, 07 de Abril de 2017 10:35

140

Lussemburgo, 5 marzo 2017 (MPPRE).- Durante la riunione plenaria del Parlamento Europeo di mercoledì scorso, alcuni deputati progressisti hanno esortato l'istituzione affinché, "Non aderisca all'avventura interventista promossa da Luis Almagro dall'Organizzazione degli Stati americani (OSA) contro il Venezuela".

Allo stesso modo, hanno chiesto di aumentare gli sforzi per sostenere il dialogo costruttivo e pacifico appoggiato e accompagnato dall'Unione delle Nazioni Sudamericane (Unasur) e il Vaticano.

La questione è stata promossa da alcuni deputati di partiti di destra e di estrema destra europea, che hanno assunto un atteggiamento interventista e hanno descritto come "giuste proteste", le manifestazioni violente che i settori dell'opposizione radicale hanno organizzato martedì scorso in diverse città del paese latinoamericano.

Tuttavia, la risposta in difesa del Venezuela non si è fatta attendere quando ha preso la parola il deputato spagnolo Javier Couso Pernuy (Sinistra Unita), che ha ricordato le violenze politiche che si vivono quotidianamente in diversi paesi della regione.

"Questa settimana in Messico è stato assassinato l'ennesimo giornalista, poi ritrovato in una fossa comune. In Paraguay si sono verificate delle violente manifestazioni contro il Presidente, il parlamento è stato bruciato e sono stati assassinati degli oppositori, ma "L'OSA, il Ministero delle Colonie, guardava dall'altro lato e continuava con il suo ossessivo tentativo di destabilizzazione promosso dal signor Almagro", ha dichiarato l'eurodeputato di sinistra.

Couso ha sintetizzato le azioni dell'OSA e dell'opposizione venezuelana di fronte gli sforzi del popolo e del Governo Bolivariano per mantenere la pace.
"Contro il dialogo, il conflitto; contro i meccanismi costituzionali, l'ingerenza; contro la verità, la menzogna accompagnata da proteste violente", ha evidenziato.

Allo stesso tempo, ha chiesto: "Perché l'OSA non denuncia l'oltraggio dell'Assemblea Nazionale che comprende dei deputati che hanno comprato dei voti e che, senza alcuna competenza costituzionale, cercano di destituire un Presidente eletto e disobbediscono a delle sentenze giudiziarie? Di fronte al disconoscimento reiterato dell'ordine costituzionale, si è prodotto un conflitto tra i Poteri pubblici che è stato risolto costituzionalmente per la via pacifica e il dialogo".

Ha reclamato che l'OSA, invece di avallare e sostenere il dialogo, "ha convocato il Consiglio Permanente ignorando la Presidenza della Bolivia e violando i regolamenti dell'organizzazione, ottenendo la maggioranza per continuare nel loro piano contro un potere eletto".

"Bisogna abbandonare quest'avventura interventista perché destabilizzare il Venezuela significa destabilizzare l'America Latina. L'Unione Europea non deve appoggiare le scelte violente ma deve accompagnare il dialogo promosso dall'Unasur e dal Vaticano".

Infine ha sottolineato che "Il Venezuela deve risolvere i suoi problemi e che l'Unione Europea deve rispettare la sovranità e il diritto internazionale, il contrario è soltanto una grande ipocrisia".

L'eurodeputato Ernest Urtasun (dei Versi, Spagna), ha sottolineato che il Parlamento Europeo deve raddoppiare gli sforzi diplomatici internazionali per la mediazione, specialmente nelle organizzazioni latinoamericane come l'Unasur.

Joao Figueras, eurodeputato del Partito Comunista del Portogallo, si è riferito ai risultati sociali ottenuti dalla Rivoluzione Bolivariana, indicando la diminuzione significativa della povertà e degli indici di diseguaglianza tra il 1999 e il 2015.

In seguito, l'eurodeputato Igor Soltes, del Gruppo dei Verdi della Slovenia, ha ricordato la manipolazione dell'informazione sulla realtà del Venezuela: "Esiste un'informazione molto variegata su quanto sta accanendo in Venezuela: da un alto c'è chi afferma che il paese soffre una crisi politica e umanitaria; dall'altro alto invece c'è chi assicura che la situazione non è così drammatica come sembra".

In tal senso, ha dichiarato che è un dovere del Parlamento Europeo "ricavare tutta l'informazione sullo stato del paese e non cedere alla provocazioni che possono non riflettere la situazione reale".

Il Parlamento Europeo, ha poi proseguito, deve sostenere tutte le azioni che garantiscano il rispetto della democrazia, della pace e della stabilità in paesi terzi.

 
Instan al Parlamento Europeo a no sumarse a la aventura intervencionista de Almagro en Venezuela PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Viernes, 07 de Abril de 2017 10:30

140

Luxemburgo, 5 de marzo de 2017 (MPPRE).- Diputados progresistas del Parlamento Europeo instaron este miércoles, durante la plenaria a que esa institución "no se sume a la aventura intervencionista promovida por Luis Almagro desde la Organización de Estados Americanos (OEA) en contra de Venezuela". (Versión en Italiano)

Última actualización el Viernes, 07 de Abril de 2017 10:38
Leer más...
 
Ministro Delcy Rodríguez annuncia giornata di preghiera ecumenica per la pace in Venezuela PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Viernes, 07 de Abril de 2017 09:13

61

Caracas, 6 aprile 2017 (MPPRE).- Il ministro del Potere Popolare per gli Affari Esteri, Delcy Rodríguez Gómez, ha annunciato una giornata di preghiera ecumenica a favore della pace nella Repubblica Bolivariana del Venezuela.

"Si tratta di un modo per unire le spiritualità di tutti gli uomini e le donne di bene in tutti paesi dell'America Latina e dei Caraibi, in una giornata di preghiera per la pace in Venezuela; quando le forze del male imperialista minacciano la stabilità e la pace del nostro paese, i cuori e le anime misericordiose si uniscono in una sola preghiera per la pace", ha dichiarato il Ministro degli Esteri durante un incontro presidenziale con il Congresso della Patria, Capitolo Religione e Culto, in cui è stato ratificato quest'invito alla pace, al dialogo e alla riconciliazione.

In tal senso ha menzionato che presto sarà comunicato il giorno "In cui tutti si uniranno in comunione per pregare per il Venezuela, per la pace e affinché gli spiriti maligni imperialisti che vogliono l'intervento nel nostro paese si allontanino".

Inoltre, rappresentanti religiosi della nazione hanno progettato la creazione di una rete ecumenica di solidarietà con il Venezuela.

Última actualización el Viernes, 07 de Abril de 2017 09:15
 
<< Inicio < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Próximo > Fin >>

Página 7 de 209

Otras Noticias

TRAMITES
botón mercosur2
DISCUSO DELCY ONU
DERECHOS HUMANOS PARA EL BUEN VIVIR
plan de derechos humanos
boton
boton embajador
CATALOGO BIENAL DE VENECIA 2016-1
boton venezuela en cifras 2015-1
constitucion