emb_italia
Noticias de Venezuela en Italia
Prosegue il dialogo di pace del Venezuela tra le delegazioni del governo Bolivariano e l'opposizione PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Lunes, 04 de Diciembre de 2017 12:03

394

Nei giorni scorsi, venerdì primo dicembre e sabato 02 dicembre, si è ristabilito il dialogo tra le delegazioni del Governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela e l'opposizione presso il Ministero degli Esteri della Repubblica Dominicana come sede delle riunioni

Durante gli incontri - che costituiscono un precedente per la prossima riunione prevista per il 15 dicembre in cui si cercherà di gettare le basi dell'accordo politico, economico, sociale e culturale – si è discusso approfonditamente dei sei punti concordati da entrambe le parti, come indicato dal capo della Commissione dal governo venezuelano, Jorge Rodríguez

"Tutti i punti all'ordine del giorno sono stati discussi a fondo e siamo giunti alla fase di elaborazione dell'accordo definitivo", ha informato il rappresentante del governo in una conferenza stampa.

In questo contesto, il Ministro del Potere Popolare per la Comunicazione e l'Informazione del Venezuela, ha annunciato che nei prossimi giorni entrambe le delegazioni consulteranno vari settori sociali del paese per partecipare ai termini dell'accordo.

"Questa è la ragione principale (...) La prima grande notizia è che ci siamo seduti e abbiamo discusso di argomenti che sono di estremo interesse per la patria venezuelana. La discussione è stata ardua, dura e si è svolta in un clima di rispetto che è il clima che vogliamo per la discussione politica tra noi venezuelani. Basta con l'odio e la violenza", ha affermato.

Nelle sue dichiarazioni alla stampa, il Capo della commissione presidenziale ha rivelato che al tavolo di dialogo la delegazione governativa ha denunciato il sabotaggio internazionale contro l'economia venezuelana.ER

"Lavoriamo su molte questioni che abbiamo già metabolizzato molte volte in relazione all'equilibrio tra i poteri, il riconoscimento dell'Assemblea Nazionale Costituente, il rifiuto delle sanzioni economiche e la difesa della sovranità", ha aggiunto.

Il portavoce del governo ha inoltre colto l'occasione per ringraziare l'accompagnamento dei ministri degli esteri del Cile, Heraldo Muñoz; Paraguay, Eladio Loizaga; Messico, Luis Videgaray; Bolivia, Fernando Huanacuni, Nicaragua, Denis Moncada e i rappresentanti di Saint Vincent e Grenadine, nonché il presidente della Repubblica Dominicana, Danilo Medina, e l'ex presidente del governo spagnolo, José Luis Rodríguez Zapatero.

Última actualización el Lunes, 04 de Diciembre de 2017 13:52
 
Da questa domenica, Caracas ospiterà la Forza della Solidarietà con l'Africa PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Lunes, 27 de Noviembre de 2017 15:09

387

A partire da domenica 26 novembre fino a sabato 2 dicembre, Caracas ospiterà la V edizione del Festival culturale dell'Africa "La Forza della solidarietà", organizzato dal Centro de Saberes Africanos del Venezuela.

All'evento parteciperanno otto paesi dell'Africa, America Latina e dei Caraibi, tra i quali Mozambico, Sud Africa, Nigeria, Egitto, Congo, Cuba, Guyana e Venezuela, che presenteranno il meglio di questa cultura ancestrale.

In una intervista telefonica con la Agencia Venezuela de Noticias (AVN), il direttore del Centro de Saberes Africanos, Reinaldo Bolívar ha informato che: "Domenica ha inaugurato l'evento dedicato alla cultura africana chiamato "La Forza della Solidarietà" con la partecipazione del gruppo venezuelano Madera".

Ha anche aggiunto che "il Festival prevede un programma ampio che comprende workshop, presentazioni artistiche e scambi con gruppi culturali africani e venezuelani".

Ha inoltre comunicato che lunedì 27 si svolgeranno attività presso l'Università Politecnica di Barlovento, Algeria Laya. "Ci saranno anche scambi culturali in diverse università del paese, soprattutto presso la UNEARTE (Università Nazionale Sperimentale delle Arti) e altri scambi culturali nelle scuole di Guarenas e Caracas".

"Si tratta di attività per tutta la famiglia, per i nostri figli, tutti sono invitati a prendere parte agli spettacoli, come il Balletto Nazionale del Congo, uno dei più famosi in Africa; i balli della tradizione araba eseguiti dalla delegazione egiziana; balli popolari della Guyana e della salsa caraibica di Cuba e Venezuela", ha sottolineato Bolívar.

Última actualización el Martes, 28 de Noviembre de 2017 15:28
 
Ambasciatore Isaías Rodríguez: la decisione del Consiglio dell'UE rappresenta una chiara ingerenza contro il Venezuela PDF Imprimir E-mail
Escrito por EMBAVENEIT   
Viernes, 24 de Noviembre de 2017 13:52

386

Italia, 20 novembre 2017 (MPPRE) .- Il rappresentante diplomatico della Repubblica Bolivariana del Venezuela nella Repubblica italiana, Julián Isaías Rodríguez ha partecipato nella città di Napoli all'evento "Il rispetto della Costituzione, i diritti umani, civili e politici. Venezuela, popolo di pace".

Durante l'attività, coordinata dal Consolato Generale della Repubblica Bolivariana del Venezuela a Napoli, l'Ambasciatore ha denunciato, di fronte al pubblico composto da intellettuali, studenti, accademici e rappresentanti dei movimenti sociali e associazioni, la decisione presa dal Consiglio dell'Unione Europea (UE) ad adottare sanzioni illegali contro il Venezuela.

Il costituzionalista venezuelano ha anche indicato che le presunte sanzioni economiche contro il paese sudamericano hanno a che fare con il petrolio e che lo scopo non è solo minare il dialogo tra opposizione e governo, ma appropriarsi dell'idrocarburo venezuelana.

Ha aggiunto inoltre che, per fortuna, "i tempi sono cambiati e che la geopolitica del mondo non si muove più soltanto attorno agli Stati Uniti. Ci sono fattori importanti che bilanciano il potere politico ed economico nel mondo ".

Ha anche sostenuto che le presunte sanzioni rappresentano una chiara ingerenza negli affari interni del Venezuela ma, "in questo momento, l'America Latina ha assunto una posizione molto chiara in difesa delle sue risorse economiche. Il Venezuela resisterà e vincerà! "

L'incontro è stato inaugurato con il discorso del console Amarilis Gutiérrez Graffe e ha visto la partecipazione dei professori: Paolo Maddalena, vice presidente emerito della Corte costituzionale; Carlo Amirante, professore di diritto costituzionale; Alessandra Ricci, professore e fondatore della rivista America Latina, così come Nicola Quatrano, presidente dell'Osservatorio Internazionale OSSIN e Geraldina Colotti, giornalista e scrittrice.

Hanno partecipato all'evento anche Gianmarco Pisa, operatore della pace e attivista internazionalista, Sandro Fucito, presidente del consiglio comunale di Napoli, e i consoli onorari del Nicaragua e Tunisia, Gerry Danesi e Beya Ben Abdelbaki.

 
<< Inicio < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Próximo > Fin >>

Página 1 de 57

Otras Noticias

TRAMITES
190-AAA
botón mercosur2
DISCUSO DELCY ONU
DERECHOS HUMANOS PARA EL BUEN VIVIR
plan de derechos humanos
boton
boton embajador
CATALOGO BIENAL DE VENECIA 2016-1
boton venezuela en cifras 2015-1
constitucion