emb_italia
Le verifiche: una revisione profonda del sistema automatizzato di voto venezolano PDF Imprimir E-mail
Escrito por CNE   
Jueves, 10 de Mayo de 2018 13:22

03 auditorias CNE VE es

La Repubblica Bolivariana del Venezuela ha un sistema automatizzato di voto. Dalla selezione dei cittadini che parteciperanno ai seggi elettorali e alle giunte elettorali, anche l'emissione dei bollettini con i risultati, tutte le attività del processo elettorale hanno processi tecnologici che riducono l'intervento manuale.

Nel caso del sistema di voto, ogni componente viene sottoposto a una verifica per garantire che sia programmato in conformità con le leggi e che i risultati siano una fedele espressione della volontà degli elettori.

Queste verifiche, istituite dalla legge, fanno parte del programma elettorale di ogni processo elettorale.
Che cosa si intende per verifica del sistema elettorale
Si tratta di una revisione esaustiva di ogni componente del sistema automatizzato di votazione attraverso prove che dimostrano il corretto funzionamento. Superata ogni verifica, i componenti vengono certificati.
Gli Verifica effettuati al sistema elettorale venezuelano costituiscono uno sforzo realizzato sistematicamente dal 2004, anno in cui venne introdotto il sistema automatizzato di votazione. Da allora e grazie alla dinamica congiunta con i partiti politici, sono stati stabiliti nuovi controlli fino ad arrivare ad un insieme di Verifica che coinvolge ciascun componente della piattaforma automatizzata.
Gli Verifica hanno come obbiettivo:
• Generare fiducia e sicurezza sul sistema automatizzato negli elettori, organizzazioni politiche, comunità nazionale ed internazionale.
• Dimostrare la trasparenza e sicurezza del sistema elettorale in ogni fase e procedura.
• Certificare il corretto ed efficace funzionamento dei componenti, programmi, processi e impianti del sistema automatizzato nel giorno delle elezioni.
• Dimostrare l'inviolabilità e invulnerabilità del voto.
• Garantire l'integrità del voto.

Chi partecipa alle Verifiche
1. Tecnici del CNE
2. Tecnici rappresentanti dei partiti politici
3. Verificatori esterni
Nel 2013 il CNE decise di incorporare osservatori nazionali (rappresentanti di organizzazioni della società civile) nei processi di Verifica, invitati dal Consiglio Nazionale Elettorale.
Agli osservatori nazionali si uniscono gli accompagnatori internazionali con qualifica tecnica, che possono essere altresì invitati a presenziare i processi elettorali.
Quando vengono effettuate le verifiche
Il controllo di ogni componente del sistema automatizzato di votazione viene effettuato in ogni evento elettorale. Nei tre processi elettorali celebrati nel 2017, il sistema automatizzato di votazione venne controllato e certificato prima e dopo ciascun processo elettorale.
Come vengono informati gli elettori sugli svolgimenti delle verifiche
Dal 2013 il CNE trasmette in diretta lo svolgimento di ogni Verifica tramite il canale streaming CNETV, reperibile alla pagina ufficiale www.cne.gob.ve
Tramite il canale CNETV, ogni persona da qualsiasi parte del mondo può seguire in diretta quanto accade durante gli Verifica e ricevere informazione dettagliata sul come e perché delle attività in corso di svolgimento, grazie alle spiegazioni dettagliate fornite dai tecnici e funzionari elettorali.
Come avvengono le verifiche
Verifiche Pre Elettorali
1. Verifica del Software della Macchina per il Voto: si controlla il codice sorgente del programma per verificare l'effettivo registro della volontà dell'elettore e l'inviolabilità della macchina per favorire un candidato. Le diverse prove effettuate sul programma permettono la certificazione della corretta registrazione della selezione del votante, lo scrutinio e la corretta trasmissione dei risultati.

2. Verifica di Archivi e Macchine per il Voto: Si controlla la configurazione del dispositivo d'identificazione biometrica e il flusso di lavoro, onde certificare i protocolli di sicurezza della macchina per il voto.

3. Verifica dei Dati Elettorali. Fase I: Si controlla la qualità delle impronte digitali degli elettori, che queste corrispondano a quelle censite dal Registro Elettorale e che non ci siano duplicazione di impronte. Inoltre, si verifica che non ci sia relazione ne venga generato un ordine tra la lettura delle impronte digitali e la sequenza dei voti.

4. Verifica di Produzione (Programmazione) delle Macchine per il Voto: viene verificato che il programma di votazione, gli archivi e i dati degli elettori da introdurre in ogni macchina siano quelli precedentemente controllati.

5. Verifica dell'Infrastruttura Tecnologica Elettorale: controllo dei mezzi utilizzati nella trasmissione dalla macchina per i voti e i centri di totalizzazione, ovvero le reti, l'impianto tecnologico, i sistemi di operazione, il sistema di gestione e controllo.

6. Verifica di Pre-invio (simulazione dell'atto di voto): In questa verifica viene fatta una simulazione, in un ambiente controllato, dei processi di voto, trasmissione e totalizzazione, per verificarne sia l'accuratezza dell'intenzione del voto dell'elettore espressa nella scheda, come registrato nelle registri di scrutinio e nel sistema di totalizzazione. Ciò verifica che vi siano "zero discrepanze" tra l'intenzione del voto dell'elettore e la registrazione del voto nella macchina di voto. Questa verifica è anche nota come "errore zero".

7. Verifica del software di totalizzazione: il codice sorgente e il database del programma vengono esaminati per garantire che conteggi i voti trasmessi da ciascun seggio elettorale, in conformità con le leggi. Questa revisione include l'esecuzione di test, come la trasmissione di verbali di scrutinio e la loro totalizzazione per verificarne il funzionamento.

8. Verifica dell'azzeramento dei centri nazionali di totalizzazione: si esegue una pulizia generale dell'infrastruttura, del database e delle applicazioni dei due centri nazionali di totalizzazione del CNE. In questo controllo è garantito che, prima dell'elezione, non vengano caricati dati o registri.

9. Verifica delle telecomunicazioni Fase I: Viene verificata la sicurezza con cui i voti viaggeranno dalla macchina elettorale ai Centri nazionali di totalizzazione, così come l'efficacia dei canali e dei mezzi per il trasferimento dei dati. Si verifica che le reti eseguano solo la funzione di trasmissione dei voti da origini qualificate e validate.

10. Verifica dei cittadini Fase I: Questa verifica viene effettuata lo stesso giorno delle elezioni, con un campione del 54% delle macchine di voto e viene effettuata al termine delle votazioni e una volta che il conteggio dei voti è stato trasmesso. Partecipano a questa verifica i membri del consiglio di amministrazione possono essere osservati dai testimoni dei partiti politici e dei cittadini che desiderano farlo. Grazie a questo controllo si conferma che non vi è alcuna discrepanza tra i dati contenuti nella scheda elettorale stampata dalla macchina per il voto e le schede elettorali, contenute nella cassetta, al fine di verificare il corretto funzionamento della macchina per il voto.

Verifiche Post Elettorali

11. Verifica delle telecomunicazioni Fase II: questa verifica avviene il giorno successivo alle elezioni. Confronta la configurazione dei sistemi di trasmissione con quella che è stata verificata prima dell'elezione per verificare che quest'ultima sia stata utilizzata.

12. Verifica dei cittadini Fase II: Si verifica che la procedura prevista nella fase di verifica dei cittadini sia stata rispettata, in un campione dell'1% delle macchine verificate il giorno dell'elezione.

13. Verifica dei dati Elettorali Fase II: Conosciuta anche come Verifica della duplicità dell'impronta, questa verifica certifica che gli elettori che hanno esercitato il loro suffragio sono iscritti nel registro elettorale e che una persona non ha votato più di una volta.

Come garantire che quanto verificato non venga cambiato successivamente

Una delle attività più importanti che si svolgono durante le verifiche è la creazione della firma elettronica il cui obiettivo è garantire che nessuno dei componenti verificati possa essere modificato.

La firma elettronica viene creata al completamento della revisione dei seguenti componenti:

  • software delle macchine del voto
  • software di totalizzazione
  • dati degli elettori (fase I)
  • mezzi di trasmissione (fase I)


Una volta che il componente è stato revisionato ed è stato certificato il suo corretto funzionamento, i revisori creano una chiave segmentata. Questo codice informatico è costituito dalla somma dei segmenti di ciascuno dei partecipanti alla verifica.

Questo processo ha un'importanza tecnica decisiva poiché, una volta verificato un determinato componente del processo, l'unico modo per effettuare una modifica è che le diverse parti coinvolte introducano il segmento che possiedono del codice. In questo modo, tutti gli attori che partecipano alla Verifica hanno la certezza assoluta che nessuno di questi componenti potrà essere modificato dopo la verifica o in qualsiasi altro momento, senza la concomitanza di tutti i partecipanti.

In che modo gli elettori possono sapere che una verifica garantisce il buon funzionamento di un componente

L'atto (o il documento scritto) è lo strumento con il quale i partecipanti registrano gli eventi che hanno avuto luogo in ciascun giorno di verifica. All'inizio della revisione viene redatto un elenco dei test da eseguire, che viene sottoscritto da ciascun partecipante in segno di accettazione. Nel verbale di verifica vengono registrati i problemi riscontrati e i risultati della revisione. In questo ultimo documento viene registrato il buon funzionamento del processo e si possono controllare le firme di ciascun revisore.

I documenti di verifica in ogni evento elettorale sono di dominio pubblico, in quanto sono diffusi attraverso il sito ufficiale del CNE, www.cne.gob.ve

Che succede se i revisori trovano degli errori o irregolarità durante la realizzazione della Verifica

Dal 2004 e fino ad oggi, i revisori non hanno rilevato irregolarità nelle componenti del sistema di voto automatico durante le verifiche effettuate per ciascun evento elettorale, come può essere verificato nei verbali pubblicati.

Quando nelle giornate di verifica, qualsiasi persona osserva eventi sospetti, si può richiedere l'esecuzione di controlli aggiuntivi per un ulteriore verifica.
Le leggi venezuelane stabiliscono i meccanismi necessari per appellarsi a qualsiasi atto o omissione del Consiglio elettorale nazionale, al fine di preservare il giusto processo.

 

Otras Noticias

TRAMITES

 

056

CNE
DERECHOS HUMANOS PARA EL BUEN VIVIR
plan de derechos humanos
boton
boton embajador
pabellon 1
constitucion