emb_italia
Presidente Maduro: contro i poteri egemoni dell’OSA possiamo contare sulla forza dell’Alba PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Jueves, 13 de Abril de 2017 10:54

041017albacubacierre16

Cuba, 10 aprile 2017 (MPPRE)- Lunedì scorso, il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolás Maduro, ha partecipato alla cerimonia di chiusura del XV Consiglio Politico dell'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America-Trattato di Commercio per i Popoli (ALBA-TCP), tenutosi a L'Avana, Cuba. (Versión en Italiano)

Il Presidente venezuelano ha ringraziato per le espressioni di solidarietà manifestate dai movimenti sociali a Cuba, nei confronti del popolo venezuelano: "La diplomazia del futuro è la diplomazia dei popoli, ho profondamente apprezzato questi gesti, che durante questa settimana di attacchi da parte dell'Organizzazione degli Stati Americani (OSA) da Washington, abbiamo ricevuto dal popolo cubano e da tutte le organizzazioni sociali", ha affermato.

"L'OSA è l'organizzazione che nasce come erede delle Conferenze Panamericane, denunciate da José Martí alla fine del XIX secolo (...) dalla sua nascita, l'OSA è stata l'espressione della politica egemone che gli Stati Uniti intendono implementare nel nostro continente", ha dichiarato il Capo dello Stato.

Allo stesso modo, il Presidente venezuelano ha ricordato il leader rivoluzionario Jorge Eliecer Gaitán, assassinato il 9 aprile 1948: "In tutta l'America si sono commemorati i 69 anni dall'omicidio di Jorge Eliecer Gaitán, che segna l'inizio di un periodo buio per la Colombia e l'America", ha sottolineato.

"L'Alba si caratterizza per la meravigliosa forza della solidarietà"

"La forza dell'Alba, è la forza di tutti, l'Alba è riuscita a seguire la sua strada, è riuscita a inventare e creare, se l'OSA in 69 anni è stata caratterizzata dal dolore, dalla morte, dal sangue, dai colpi di stato, dallo spirito di servilismo americano e dalla schiavitù; l'Alba in 13 anni è stata caratterizzata dal meraviglioso potere della solidarietà, dell'unità e della speranza", ha detto il presidente Nicolás Maduro.

Allo stesso tempo, il Presidente venezuelano ha ricordato che, attraverso i meccanismi messi in atto dall'Alba, è stato possibile alfabetizzare più di 4 milioni di latinoamericani e popoli dei Caraibi, inoltre sono stati impiegati più di 50 mila medici in tutta l'America America e nei Caraibi grazie all'Alba e alla scienza medica cubana.

"L'Alba è una fortezza, non ci hanno sconfitto e non lo potranno fare. L'Alba continua unita, lavorando instancabilmente per lo sviluppo comune (...) e il Venezuela va per la stessa strada, dall'arrivo della Rivoluzione Bolivariana che ha cambiato tutto nel nostro paese e nella regione (...) l'11 aprile si ricordano i 15 anni dal colpo di stato oligarchico diretto da Washington contro il comandante Chávez nel 2002 ", ha dichiarato il Presidente.

Infine, il Presidente venezuelano ha affermato: "Siamo di fronte ad un colpo di stato in Venezuela, in questo momento, lo stiamo sconfiggendo".
In ambito internazionale, abbiamo sempre avuto l'appoggio dei popoli dell'America Latina e dei Caraibi (...) di fronte a complotti politici, militari, diplomatici.

Siamo usciti vittoriosi dall'OSA difendendo la nostra dignità

Il presidente Nicolás Maduro ha poi fatto riferimento al decreto emanato nel 2015 dall'ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, "il 15 marzo del 2015 Barack Obama ha emanato il decreto infame dichiarando il Venezuela come una minaccia inusuale e ha spianato la strada a un'avventura interventista contro il nostro paese", ha affermato.

"Negli Stati Uniti c'è una situazione nuova, più pericolosa per i popoli del mondo perché i principali organi del processo decisionale negli Stati Uniti sono ora nelle mani degli estremisti (...)".

"Il recente attacco diplomatico, l'allineamento di un gruppo di governi contro il Venezuela, gli attacchi interni della destra venezuelana, rappresentano le nuove correnti estremiste guidate dagli Stati Uniti ", ha detto il Presidente.

"Il Venezuela può dire oggi di essere uscito vittorioso dall'OSA, difendendo la nostra dignità, abbiamo sconfitto i governi che hanno cercato di aggredire il nostro paese, siamo usciti liberi grazie al nostro ministro degli Esteri Delcy Rodríguez, con dignità, intelligenza e coraggio ", ha concluso il Presidente venezuelano.

Fotogaleria

 

Otras Noticias

TRAMITES
190-AAA
botón mercosur2
DISCUSO DELCY ONU
DERECHOS HUMANOS PARA EL BUEN VIVIR
plan de derechos humanos
boton
boton embajador
CATALOGO BIENAL DE VENECIA 2016-1
boton venezuela en cifras 2015-1
constitucion