emb_italia
Venezuela en Italia


Canciller Arreaza recibe Sable de El Libertador Simón Bolívar tras victoria en la Batalla de Washington PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Lunes, 11 de Junio de 2018 10:31

122

En el marco del segundo ciclo de jornadas de Diálogo Nacional, el presidente de la República Bolivariana de Venezuela, Nicolás Maduro, durante una Asamblea con Consejos Comunales y Comunas en la Plaza Bicentenario del Palacio de Miraflores, reconoció el trabajo realizado por la Cancillería durante la 48 Sesión de la Organización de Estados Americanos (OEA). (Versión en Italia)

Última actualización el Miércoles, 13 de Junio de 2018 10:49
Leer más...
 
Presidente Maduro: La Unasur fortalece la identidad de los pueblos de Suramérica PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Miércoles, 18 de Abril de 2018 10:29

107

En ocasión del 11° aniversario de la Unión de Naciones Suramericanas (Unasur), el presidente de la República Bolivariana de Venezuela, Nicolás Maduro Moros, recalcó este martes la importancia del organismo para fortalecer la integración regional. (Versión en Italiano)

Última actualización el Jueves, 19 de Abril de 2018 12:17
Leer más...
 
Il Governo Bolivariano respinge l'ingerenza del governo francese PDF Imprimir E-mail
Escrito por MPPRE   
Miércoles, 04 de Abril de 2018 09:24

095

Il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, ha tenuto un incontro con i rappresentanti della destra venezuelana continuando così ad attaccare il governo e il popolo venezuelano e intensificare l'assedio.

A tal proposito, in difesa della sovranità della Repubblica Bolivariana del Venezuela e nel rispetto delle istituzioni democratiche, il ministro degli Esteri Jorge Arreaza Montserrat, ha pubblicato attraverso il suo account Twitter @jaarreaza il suo rifiuto per l'intromissione del governo francese negli affari interni dei venezuelani.

"Il Presidente Emmanuel Macron dovrebbe rispondere alla grave crisi sociale e migratoria che vive l'Europa, e non violare il diritto internazionale per immischiarsi negli affari del Venezuela, cercando di ottenere consensi per aumentare la sua debole popolarità in Francia", ha indicato il Ministro degli Esteri.

Allo stesso tempo, Arreaza ha chiesto che il Presidente francese rispetti gli affari interni del Venezuela, aggiungendo che la Patria di Bolívar possiede il sistema democratico più sicuro e trasparente al mondo.

Durante l'incontro sostenuto con il Presidente Macron, era presente il profugo della giustizia venezuelana, Antonio Ledezma, che ha fatto una serie di segnalazioni e richieste affinché si continui a sanzionare ed attaccare il Venezuela, atteggiamento coerente con la linea anti-democratica e violenta che l'opposizione venezuelana continua a mantenere.

Infine, e in modo categorico ed enfatico, Arreaza ha esortato il Presidente della Francia a non sottomettersi ai piani guerrafondai del suo omologo americano "e neppure a sottomettersi a i suoi ordini aggredendo sistematicamente un paese amico e indipendente come il Venezuela".

L'incontro tra il Presidente francese e i leader dell'opposizione venezuelano è stato inoltre un'occasione per Julio Borges, del partito Primero Justicia, di continuare a diffondere la matrice dell'opposizione, ossia che in Venezuela è in atto una crisi umanitaria con rifugiati venezuelani in diversi paesi.

Questo incontro è il secondo tenuto dal Presidente Macron con i "leader" dell'opposizione venezuelana, il primo si è svolto nel mese di settembre del 2017, dimostrando il carattere neoliberale del governo francese.

Última actualización el Miércoles, 04 de Abril de 2018 09:46
 
Italia con afecto rinde homenaje al Maestro José Antonio Abreu PDF Imprimir E-mail
Escrito por Embaveneit   
Martes, 03 de Abril de 2018 12:47

093

Embaveneit Roma.- El mundo artístico y cultural que hace vida en la República italiana se ha sumado al duelo que aflige al mundo musical por la irreparable pérdida del maestro José Antonio Abreu el pasado 25 de marzo en la ciudad de Caracas. (Versión en Italiano)

Leer más...
 
L'Italia rende omaggio con affetto al Maestro José Antonio Abreu PDF Imprimir E-mail
Escrito por Embaveneit   
Martes, 03 de Abril de 2018 12:40

093

Embaveneit Rome.- Il mondo artistico e culturale della Repubblica italiana si è unito al lutto che affligge il mondo musicale per la triste perdita del maestro José Antonio Abreu, avvenuta lo scorso 25 marzo nella città di Caracas.

Innumerevoli messaggi di condoglianze sono stati ricevuti dall'Italia tramite le Missioni accreditate in Italia, Santa Sede e FAO. Tra questi, il maestro Andrea Melis, direttore della Scuola di Musica di Claudio Abbado, che attraverso una nota ha espresso: "Che il realismo travolgente della sua luminosa utopia possa accompagnare e guidare i nostri passi, ma soprattutto il cammino musicale e umano dei più giovani e più svantaggiati, in ogni angolo della Terra".

Roberto Grossi, invece, presidente di Federculture, ha dichiarato: "José Antonio, che ha fortemente incoraggiato la nascita e ha seguito così da vicino la crescita del Sistema in Italia, va il nostro più sentito ringraziamento per i risultati e le esperienze vive in tante regioni e città del paese. Continueremo il nostro lavoro sempre più convinti, nel solco di quei principi che, ancora oggi, tracciano una prospettiva di speranza e di riscatto dalle piaghe dell'indifferenza, dell'ingiustizia sociale e della povertà educativa".

Rossi ha sottolineato che dall'Italia "dedicheremo alla memoria di José Antonio il Concerto dell'Orchestra Nazionale del Sistema, il prossimo 15 maggio a Torino e daremo vita a numerose iniziative in tutta Italia per ricordarne la sua figura e la sua opera rivoluzionaria. Il vuoto che lascia la scomparsa di Abreu sarà colmato dalla musica e dai legami di gioia che essa genera. Il mio pensiero va ad un amico incontrato venti anni fa che ha aperto nuovi orizzonti di cambiamento e che rimarrà presente nel cuore e nell'impegno di ciascuno di noi".

Allo stesso modo, sono state ricevute innumerevoli visite alla sede dell'ambasciata a Roma da parte di diplomatici e personaggi politici che hanno voluto lasciare un ultimo saluto al maestro Abreu nel libro di condoglianze che è rimasto aperto presso la missione diplomatica a Roma per ospitare il gesto di affetto di chi, da lontano, ha voluto salutare un grande uomo che ha lasciato un immenso patrimonio di amore verso la musica e verso tutto ciò che rappresenta.

Anche l'Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba ha inviato una lettera in cui ha espresso la sua profonda tristezza e dolore per "la scomparsa fisica del Maestro José Antonio Abreu, ideatore e fondatore del Sistema Nazionale dei Cori e delle Orchestre Giovanili del Venezuela. La sua ammirevole opera è riconosciuta come patrimonio dell'umanità. Attraverso la musica il Maestro ha trasformato la vita di intere generazioni e il suo "Sistema" viene esportato in tutto il mondo. L'Associazione rende omaggio al Gran Maestro Abreu che vide la musica quale fondamentale strumento educativo per la liberazione, trasformazione e inclusione sociale di bambini e giovani, rendendoli protagonisti nella costruzione di un mondo migliore".

Franco Andreoni, presidente e portavoce dell'associazione culturale per il dialogo azioni internazionali Lameladivetro, si è unito al dolore della nazione venezuelana con un grande abbraccio nella memoria e nostalgia del maestro illustre José Antonio Abreu.

L'Italia è stata uno dei primi paesi europei in cui è stato istituito il modello del "Sistema". Il Maestro Abreu è stato insignito nel paese europeo con la cittadinanza d'onore del Comune marziano dell'isola d'Elba, dove era nato suo nonno Antonio Abreu Anselmi Berti. Ha anche ricevuto la medaglia della città italiana presso la sala della Presidenza del Senato Nazionale e gli è stato dato il premio città di Ravello nel mese di settembre 2012 presso l'Auditorium Oscar Niemeyer, per la creazione di El Sistema: "Dobbiamo essere audaci con gli alunni fin dalla tenera età, le possibilità dei più giovani sono illimitate". Sono stato ispirato da El Sistema ad Antonio Vivaldi e al suo tiro all'Ospedale Pietà di Venezia. La grande musica è italiana, i primi maestri del sistema furono italiani. Quando El Sistema conquisterà il mondo, la musica avrà cambiato la società e il mondo, trasformandolo nel migliore di tutti i mondi possibili", ha detto il Maestro Abreu in quell'opportunità.

Última actualización el Martes, 03 de Abril de 2018 12:53
 
<< Inicio < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Próximo > Fin >>

Página 1 de 37

Otras Noticias